La memoria Storica

La memoria Storica

La scuola canossiana vive in pienezza la visione cristiana della vita e il dono del carisma concesso dallo Spirito a Santa Maddalena di Canossa. Nasce a Verona dalla famiglia dei Marchesi di Canossa il 1 marzo 1774. Da subito sensibile ai bisogni dei poveri della città e guidata da una profonda ricerca religiosa, trova con fatica, tramite molte esperienze e tentativi, il suo posto nella Chiesa: sceglierà di vivere con radicalità evangelica per Dio solo, non secondo la forma monastica, ma nella dedizione e al servizio dei poveri. Ella guardò alla società del suo tempo con lo sguardo di amore di

Gesù Crocifisso, ne colse i bisogni e si fece promotrice di educazione e di istruzione per le classi popolari attraverso le scuole di carità.

Inizia la sua opera educativa l’8 maggio 1808 raccogliendo ed educando le bambine del quartiere degradato di San Zeno. Coinvolge nel suo ampio piano apostolico innumerevoli laici, rendendoli corresponsabili nel promuovere carità. Il 10 aprile 1835, dopo aver esteso la sua opera in altre città, Maddalena termina la sua vita terrena.

Viene proclamata beata da Pio XI l’8 dicembre 1941 e canonizzata da Giovanni Paolo II il 2 ottobre 1988.

Oggi le Madri Canossiane con le loro comunità sono presenti in tutti i continenti e operano prevalentemente nel campo dell’educazione e della evangelizzazione. 

A Potenza le Canossiane iniziano la loro opera nel 1942 per iniziativa del Vescovo Mons. Augusto Bertazzoni, dedicandosi ben presto alle attività educative in fedeltà al pensiero della Fondatrice, privilegiando i piccoli, i giovani e le donne.

Il 28 marzo 1949 viene istituita la Scuola Materna “Maddalena di Canossa”.

Nel 1958 la Congregazione amplia la sua opera educativa con l’istituzione di un Centro di Formazione Professionale, finalizzato alla preparazione delle giovani e al loro inserimento nel mondo del lavoro.

Nel 1962 nasce la Scuola Magistrale per educatrici di Scuola dell’Infanzia e successivamente la Scuola Elementare “Madre della Divina Grazia”, unica presenza in Basilicata per l’educazione degli audiolesi. Nel 1990 si trasforma in scuola per bambini normodotati.

Nel 2000 la Scuola dell’Infanzia e la Scuola Elementare diventano Paritarie inserite nel Sistema Nazionale di Istruzione, riconosciute nel loro servizio pubblico alla comunità e con autonomia organizzativa e gestionale al pari delle Scuole Statali.

Nel 2007, in risposta alla forte domanda delle famiglie sui servizi educativi per la prima infanzia, nasce la Sezione Primavera.

Leave a Reply